venerdì 22 ottobre 2010

Come si sbuccia una melagrana




Adoro le melagrane, quando ero piccola, mio nonno mi ha insegnato come bisogna sbucciarle, ci sedevamo su di una panca di cemento vicina all'albero del predetto frutto e lui me le sbucciava spiegandomi che non si doveva danneggiare il frutto e che i chicchi dovevano rimanere intatti. Lui mi preparava quelli che chiamava i "galletti", ossia il grappoletto che ha la forma di una cresta di gallo. E' un ricordo che conservo nel mio cuore, dei momenti che non potrò più rivivere. Ora le sbuccio io per i miei figli e mio marito. Ciao
M.G.



Tagliare la parte superiore ed inferiore
Incidere lievemente la buccia


Aprire con le mani
tagliare la parte indicata

 eliminare la buccia senza rovinare i chicchi



eliminare ogni parte bianca ed ecco quelli che mio nonno definiva "galletti"



sgranare i chicchi
Le foto sono diverse perchè ho modificato il post 3 anni dopo la pubblicazione ed ho aggiunto nuove immagini per essere più precisa nonchè ciò che segue. Qualche giorno fa ho visto un cuoco in televisione che indicava come sbucciare una melagrana! Lui la tagliava a metà senza alcun riguardo per i chicchi e la picchiava con il coltello per farli fuoriuscire. Dentro di me ho gridato: "CHE ORROREEEEEEEEEEEEEE!".  Ricordate che quando si sbuccia una melagrana le mani a contatto con la parte gialla si anneriscono, se si vuole evitare è meglio indossare dei guanti.

4 commenti:

  1. Buongiorno,

    il mio nome è Benedetta e faccio parte dello staff del sito di Smilla ( http://smillamagazine.com/ricette/ ), un aggregatore che offre una rassegna stampa quotidiana degli articoli pubblicati su siti di informazione e blog inerenti il mondo della cucina e del web in generale.

    Mi permetto di contattarti dopo aver scoperto il tuo blog , che contiene articoli che rispondono perfettamente ai nostri criteri di pubblicazione e che quindi potrebbero essere inseriti nel nostro sito.

    Il funzionamento di Smilla è molto semplice: una volta che un blog si iscrive sul nostro sito estrapoliamo per ogni articolo pubblicato un brevissimo snippet o breve riassunto che dir si voglia, del testo, pubblicando così una notizia incompleta che può essere letta nella sua versione integrale, seguendo il link apposto alla fine.

    Ti ricordo che gli aggregatori di notizie sono un prezioso strumento per accrescere la popolarità di ciascun blog citato poichè includono sempre un link diretto al post originale generando visibilità, popolarità e traffico. Ogni articolo aggregato su Smilla appartiene al legittimo autore e ne viene comunque indicato il link per risalire al post originale. In nessun caso SMILLA pretende di rubare contenuti altrui, ma spera di offrire un servizio d'informazione organizzata e sistematica per velocizzare la diffusione e la propagazione dei contenuti stessi.

    Sperando che il progetto di Smilla possa interessarti, rimango a disposizione per qualsiasi dubbio o richiesta di informazione.

    Per l'iscrizione su Smilla è sufficiente compilare il modulo raggiungibile all'url: http://smillamagazine.com/ricette/aggiungi_sito.aspx

    Cordialmente

    Benedetta S.

    P.S: scusa per aver utilizzato il form dei commenti ma non ho trovato una sezione contatti

    RispondiElimina
  2. Leggere questo post mi ha riportato indietro negli anni. Mi ha fatto ricordare che anche il mio nonno ogni anno chiedeva al suo vicino, proprietario di un melograno, alcuni frutti per regalarli a me.

    RispondiElimina
  3. @ Benedetta, ciao Benedetta, purtroppo solo ora ho letto il tuo commento, vado subito a visionare il sito che mi hai consigliato, un saluto
    M.G.

    RispondiElimina
  4. @ Roberta, I ricordi riscaldano il cuore, ma a me, molte volte lasciano il magone, ciao
    M.G.

    RispondiElimina