venerdì 2 dicembre 2011

Tagliolini alla liquirizia Amarelli ai tre gaberi ed orata di mare al cartoccio

Qualche giorno fa una mia amica, sapendo che siamo ghiotti di liquirizia, mi ha regalato alcuni prodotti "Amarelli": Non la solita liquirizia a confetti, ma leccornie da utilizzare in cucina per piatti speciali!: http://picetto.blogspot.com/2011/11/liquerizia-amarelli-che-deliziaaaa.html

Oggi, appena mi è stato possibile,  sono andata in pescheria, ho detto al pescivendolo: "cosa mi dai "? Lui mi ha risposto: " eeeeeeeeeeee, oggi ti dò una bambinaaaaaaaaaaaa"! Gli dissi: "comeeeeeeee?". Andò nel retrobottega e si presentò con una splendida orata di 1,800g! Gli dissi: "tu mi manderai in rovinaaa!". Lui rispose non ti preoccupare, mi ringrazierai! Allora iniziai a pensare cosa faccio! Come la cucino! Al cartoccio? Al forno? La sfiletto? La griglio? Al Sale? Ed il primo?  Così tirando sul prezzo gli dissi: "ora mi devi dare qualche cosa per fare una pasta speciale, una pasta aromatizzata alla liquirizia, gamberoni, scampi o altro, ma speciale". Lui mi ha infilato in un cartoccio dei gamberoni giganti, qualche gamberetto rosa ed alcuni gamberetti rossi! Mi ha detto: "scampi non ne ho, ma con questi sono sicuro che tu riuscirai a fare il tuo piattino speciale". Tornata a casa alle 13,50, per prima cosa ho acceso il forno, non sapevo ancora come fare l'orata, ma quando apprii l'involucro mi accorsi che era già pulita a perfezione, anche senza le squame, quindi decisi, per il pochissimo tempo a disposizione, di prepararla al cartoccio.
 Orata di mare al cartoccio
Mi sono recata in giardino, ho preso un bel rametto di rosmarino, lo ho infilato nel pancione dell'orata con qualche gambo di prezzemolo, la ho messa in parecchi fogli di carta argentata, salata, oliata con olio e.v.o., accartocciata ed infilata in forno preriscaldato a  200°.


Tagliolini alla liquirizia Amarelli ai tre gamberi e zeste di limone
Subito dopo ho messo l'acqua per la pasta sul fuoco ed ho cominciato a pulire i gamberi,  a quelli più grandi, ho tolto il carapace, lasciando le teste e le code perchè, ritengo, conferiscano un sapore particolare. I gamberetti più piccolo li ho sgusciati completamente. Ho eliminato il budello nero. Ho messo l'aglio e l'olio e.v.o. in una padella, appena hanno iniziato a sprigionarsi i profumi ho aggiunto i gamberi e poi un pochino di acqua di cottura della pasta. A cottura ultimata ho inserito le zeste di limone tritate ed il prezzemolo.  Ho cucinato i tagliolini alla liquirizia Amarelli al dente, 
messi nella padella con l'intingolo, saltati, impiattati, posizionanso anche qualche striscia di buccia di limone tagliata ala giuliana e serviti. Che sorpresaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa! Mai e poi mai avrei immaginato tali sapori! Penso che sia un piattino speciale adatto alla sera della Vigilia, dovrò farne una scorta! Ringrazio la mia amica che mi ha dato l'opportunità di conoscere queste specialità! Mio marito era entusiasta, mio figlio minore che non è un estimatore della pasta con pesce o crostacei era sbalordito! Come può una semplice pasta aromatizzata alla liquirizia rendere così particolare un primo? 




E l'orata? Che fine ha fatto? Anche quella era deliziosa! 

Le materie prime di qualità cucinate nel modo più semplice ci regalano sapori eccezionali. 

Purtroppo non ho avuto il tempo di preparare un contorno adeguato, ma era già tanto per un pranzo cucinato all'ultimo minuto con grandi prodotti. Spero che vi sia piaciuto, grazie, ciao
M.G.

12 commenti:

  1. Davvero particolari i tagliolini alla liquirizia!!! Devono essere buonissimi, anche io adoro la liquirizia!
    Buon week end

    RispondiElimina
  2. avevo sentito parlare di tagliolini al cacao o cioccolato ma mai alla liquirizia...
    trovo che abbia un sapore molto forte...si riesce a d amalgamare bene con gli altri sapori?

    RispondiElimina
  3. wow che bontà!!!una pranzo da re complimenti!

    RispondiElimina
  4. Assolutamente da provare questa pasta originale e sfiziosa!!!!! Buona domenica Picetto, baci!

    RispondiElimina
  5. Ma che bei piatti! Purtroppo non posso mangiare la liquirizia, peccato perchè l'avrei provata volentieri questa pasta.
    Buona domenica! A presto

    RispondiElimina
  6. tagliolini alla liquirizia?? e chi l'ha mai provati, a me piacciono di sicuro.... sai che buoni, ciao picetto, ti auguro una felice serata!! baci!!

    RispondiElimina
  7. questo sembra così meraviglioso e gustoso! =)

    RispondiElimina
  8. Caspitina, i tagliolini alla liquirizia, mi rendono davvero curiosa :)
    Buona serata!

    RispondiElimina
  9. @ Laura:
    Grazie Laura, sei gentilissima, baci, baci
    M.G.

    @ lory&elisa:
    Ciao cara, il sapore di questi tagliolini è delicatissimo, la liquirizia è al 3%, si sposa perfettamente con le zeste di limone, il pesce e la bottarga. Anche io inizialmente pensavo che potesse essere troppo forte, ma dopo che li ho provati sono rimasta piacevolmente stupita. Grazie per la visita, baci
    M.G.

    @ Le Ricette di Tina:
    Ciao tesoro, grazie per la visita ed il graditissimo commento, un saluto affettuoso
    M.G.

    @ speedy70:
    Ciao, che piacere ritrovarti sul mio blog, grazie per la visita ed il delizioso commento, baci
    M.G.

    RispondiElimina
  10. @ miracucina:
    Ciao cara, perchè non puoi mangiare la liquirizia, vedi che quì è in piccolissima percentuale, non dovrebbe dare problemi a pressione o altro! In ogni caso puoi sfruttare la ricetta in questione con qualunque tipo di pasta. Grazie per la visita, baci
    M.G.

    @ nanussa:
    Ciao mia cara, che piacere ritrovarti, vedrai che questo tipo di pasta ti piacerà moltissimo, grazie per la tua graditissima visita, un saluto affettuoso
    M.G.

    @ Helene Dsouza:
    Ciao Helene, ti ringrazio infinitamente per la tua graditissima visita, baci, baci
    M.G.

    @ Cristina:
    Ciao Cristina, anche io ero molto curiosa di provare questa particolare delizia, grazie per la gradita visita, baci
    M.G.

    RispondiElimina
  11. mmmm che bontà!! ciao "Picella", piacere di conoscerti, mi sono unita ai tuoi lettori perchè i tuoi primi sono molto originali ma non si scostano dalla tradizione italiana.Mi piacciono tutti!! A presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monique, grazie per essere diventata una mia lettrice fissa, è un piacere per me conoscerti, buona settimana
      M.G.

      Elimina