giovedì 3 aprile 2014

GNOCCHI DI PATATE VIOLETTE CONDITI CON ASPARAGI E VONGOLE VERACI


Finalmente sono riuscita a trovare anche in Calabria le patate viola. Spero che decidano di coltivarle anche da noi in quanto la nostra terra produce delle varietà di patate buonissime. Ero molto curiosa di assaggiarle e per la prima volta ho proposto ai miei familiari dei gnocchi di patate viola. Posso affermare che per la preparazione degli gnocchi sono ottime in quanto farinose e povere di acqua.

Ingredienti per 4 persone
 Per gli gnocchi:
1 Kg di patate viola
1 uovo
1 pizzico di sale
farina q.b.

Per il sughetto:
1 Kg di vongole veraci
1/2 litro di Acqua di mare
6/7 asparagi belli grandi
1 cipollotto fresco di Tropea
1 spicchio di aglio
prezzemolo


Come prima cosa occorre mettere a spurgare le vongole veraci in acqua di mare depurata ad uso alimentare batteriologicamente pura  per eliminare ogni residuo sabbioso. 
 Lavare le patate e metterle a lessare in un pentolone pieno di acqua fredda, appena sono cotte scolarle. Mettere sulla spianatoia un pochino di farina, sbucciare patate e schiacciale con lo schiaccia patate direttamente sulla farina, fare un buchino al centro e rompervi l'uvo, inserire un pizzichino di sale ed impastare gli gnocchi aggiungendo la farina necessaria, non devono essere duri!





Con l'impasto ottenuto preparare dei cilindretti e tagliare gli gnocchi tutti della stessa dimensione.



Con l'apposito strumento o con l'aiuto di una forchetta dare la forma tipica.

Mettere sul fuoco una pentola abbastanza capiente piena di acqua per poi cucinarvi gli gnocchi con due cucchiaini di sale. Mentre attendiamo che l'acqua bolle cuciniamo il sughetto. In una padella mettiamo un pochino di olio evo, la cipollina fresca di Tropea ed uno spicchio di aglio intero che poi toglieremo successivamente. Lasciamo insaporire a fuoco lentissimo, nel frattempo puliamo e tagliamo a piccoli pezzi gli asparagi lasciando le punte da parte. Appena la cipollina inizia ad insaporirsi aggiungiamo i pezzettini di asparagi senza le punte e versiamoci un mestolo di acqua bollente, lasciamo andare un pochino a fuoco vivace, non mettete il sale, molto probabilmente non servirà perché basterà quello portato dalle vongole. Dopo circa 3/4 minuti aggiungiamo le punte di asparagi e se necessario un altro pochino di acqua bollente, dopo altri 3minuti circa mettiamo le vongole, copriamo con un coperchio e lasciamole aprire sempre a fuoco vivace. Non appena si sono tutte aperte chiudiamo il gas.

Mettiamo da parte alcune vongole e le punte di asparagi

togliamo il guscio a tutte le altre.
ed aggiungiamo un pochino di prezzemolo tritato




A questo punto possiamo cuocere gli gnocchi, pochi per volta, li buttiamo nell'acqua bollente e salata


appena vengono a galla sono cotti, li scoliamo e li versiamo direttamente nella padella con l'intingolo e continuiamo a cuocere gli altri.
Mettiamo la padella sul fuogo ed amalgamiamo i sapori girando delicatamente con l'aiuto di un cucchiaio di legno. Impiattiamo decorando con le punte di asparagi e le vongole rimaste nel guscio. A piacere aggiungiamo un pochino di prezzemolo appena tritato. Il piatto è servito, credetemi sono buoniiiiiiiiiiissimi!




9 commenti:

  1. Bella presentazione!!! Da noi non le ho viste ancora queste patate,
    Ci sentiamo per gli auguri Pasquali
    Un abbraccio.
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara laura, sei sempre molto cara, un saluto affettuoso
      M.G.

      Elimina
  2. Sono bellissimi, pagherei oro per trovare le patate viola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono rimasta sorpresa quando la ho trovata, pensavo che non fosse buona, ma la curiosità mi ha spinto a comperarla e consumarla. Mi ha datto ottime soddisfazioni in questo piatto, proverò altre preparazioni in purezza per capire meglio il sapore! Un grandioso saluto
      M.G.

      Elimina
  3. Evviva!!! Mi sono cancellato da questo Blog!!!! Io qua non ci vengo mai eppure ero tra i tuoi preferiti, ma... misteri. L'importante è non sapere dei gnocchi viola più, mai più. Io non sapevo neanche ch'esistesse questo blog, eppure comparivo suoi tuoi lettori. Per fortuna ora sono riuscito, dopo migliaia di tentativi, a togliermi. stammi sano e buona vida

    RispondiElimina
  4. Per comparire come lettore ti sei aggiunto tu, io mai e poi mai potrei inserire un lettore al mio blog! Non ci sono lettori preferiti, non esiste questa opportunità telematica! Le patate viola sono patate originarie del Perù che vengono coltivate anche in Italia, non contengono coloranti e conservanti, non hanno veleni o altre alchimie! Il mio è un blog culinario, tu cerchi altro, perchè sei venuto a trovarmi? Buona vida anche a te che hai dovuto sprecare migliaia di tentativi per cancellarti da un semplice blog di ricette, forse avresti potuto impiegare il tuo tempo in altro! Mi spiace leggere tanto veleno, ma la vita odierna ci offre tutto ciò! Io ora vado a preparare una splendida torta di cioccolato fondente e lamponi, spero che venga buona, non ho mai provato la ricetta! Se vuoi te ne offro un bella fetta per addolcirti la dura vita! Ciao
    M.G.

    RispondiElimina
  5. Ciao! Sai che in Sila c'è qualcuno che le coltiva? Sto cercando di farmi dare indicazioni precise, appena so qualcosa te lo comunico! E buona Pasqua!
    Anna Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna Laura, grazie per gli auguri, sei un tesoro! Io te li avevo fatti su FB, ma ora ho trovato il tuo graditissimo commento. Che bello, sono sicura che sapranno coltivare in Calabria queste patate ancora meglio. Attendo ogni tua notizia utile. Un saluto affettuoso
      M.G.

      Elimina
  6. Proprio domenica scorsa in un ristorante ho mangiato degli gnocchi con questo condimento erano di patate gialle però, bello l'effetto cromatico, complimenti

    RispondiElimina