domenica 10 luglio 2016

Torta brioche a pasta lievitata leggera senza burro ripiena di confettura di albicocche e nocciole tritate




Questa preparazione è ideale per la colazione o anche per un dolce spuntino. E' quasi sempre presente a casa nostra. E' una ricetta semplice, veloce, sana e gustosa anche per chi è a dieta. Per rimpirlo si può usare qualunque tipo di confettura, io ho usato una confettura di albicocche fatta da me con metà dose di zucchero di canna ed un pochino di cannela. La ricetta originale prevede 150 g di burro che io ho sostituito con 100 ml di olio e.v.o., 100 g di zucchero semolato che io ho sostituito con 100 g di zucchero di canna. Penso che venga bene anche con la farina integrale, non ho ancora provato, sarà per la prossima volta.


Ingredienti:
450 g di farina 00
25 g di lievito di birra
150/200 ml di latte tiepido
100 g di zucchero di canna
un pizzico di sale
scorza grattugiata di un limone
100 ml di olio e.v.o.
3 uova (i tuorli separati dagli albumi)
un pugno di nocciole
confettura di albicocche o altra a piacimento

Versare in una planetaria o ciotola la farina, il pizzico di sale, la scorza di limone grattugiata, lo zucchero, i tuorli d'uovo, il lievito sbriciolato e l'olio. Avviare la planetaria o impastare con il frullatore munito di fruste per impasti duri e versare il latte tiepido poco per volta. Impastare per almeno 5 minuti, fino a quando raggiunge una consistenza liscia ed elastica.




Lasciare lievitare nella ciotola fino a quando raddoppia il suo volume.

prendere un pezzo di carta forno, spruzzarci un pochino di farina e versarci il composto lievitato.

Stenderlo con le mani e dargli la forma di un rettangolo.

Spalmarvi la confettura, tritare con il coltello le nocciole e distribuirle sulla  confettura.
Arrotolare con l'aiuto della carta forno dal lato più lungo e formare un cilindro, unire gli estremi come per formare una ciambella.

Lasciare lievitare nuovamente, spennelare il dolce con i bianchi d'uovo e cospargerlo di zucchero di canna


Infornare in forno preriscaldato a 140° per 50 minuti, fino a quando è ben dorato (nella ricetta originale prevede forno a 180° cottura di 50 minuti, ma il dolce si brucia).

Un grandioso saluto a tutti
M.G.


Con questa ricetta partecipo al Food Contest Dieta Mediterranea? Si, grazie!
 

1 commento:

  1. Ha davvero un aspetto magnifico e non oso immaginarne il sublime sapore :-P

    RispondiElimina