lunedì 30 gennaio 2017

SACHER TORTE




Ieri è stato il compleanno di mio figlio maggiore, Daniel, per me è stato un compleanno importantissimo perché ho rischiato di non festeggiarlo. Il 25 maggio 2016 ha fatto un terribile incidente con la sua grandissima motocicletta dal quale è uscito distrutto, ma vivo! Ho voluto fare questa torta perché mi ricorda la mia mamma, penso che in quella circostanza, dal cielo, lo abbia preso per i capelli e salvato! Colgo anche l'occasione per ringraziare la signora che si è fermata per strada con la sua figlioletta, ha fatto bloccare la persona che ha tagliato la strada a mio figlio, ha caricato Daniel in macchina lo ha portato in ospedale. Grazie di cuore. 

Questa è una ricetta antichissima della mia famiglia, mia madre mi raccontava che Franz Sacher in persona aveva donato la ricetta alla mia bisnonna Finy Suppancich, sua amica, a patto che la mantenesse segreta e così è stato per circa 100 anni. Una volta in una discussione sul Forum del Gambero Rosso la ho inserita e la redazione ha deciso di pubblicarla. Sono stata io che ho svelato il segreto. Non mi piacciono le "ricette segrete", ritengo che è giusto condividere con gli altri il nostro sapere e tramandare le buone ricette. 






Ingredienti:

4 uova
g. 200 di zucchero
g. 200 di farina
2 cucchiai colmi di cacao amaro
g. 100 di olio di semi di arachidi
g. 100 di acqua
1 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
un vasetto di gelatina di albicocche

per la glassa (la mia bisnonna la chiamava ghiaccia di cioccolato):
g. 500 di cioccolata fondente
una noce di burro
2 cucchiai di zucchero a velo
acqua bollente q.b. (circa 3/4 cucchiai)

Frullare bene l'acqua e l'olio, devono essere completamente emulsionati. Montare a neve ben ferma i bianchi delle uova con il pizzico di sale. Frullare bene lo zucchero con i tuorli, appena diventano bianchi, aggiungere, sempre frullando e poco alla volta l'emulsione di acqua ed olio. In una ciotola mischiare bene la farina, il cacao amaro e la bustina di lievito. Aggiungere, un cucchiaio alla volta, il composto di farina, cacao e lievito al composto liquido di tuorli, zucchero, olio ed acqua, sempre frullando, appena la farina si assorbe, aggiungere il cucchiaio successivo. Alla fine incorporare le chiare montate a neve, mescolando con un cucchiaio di legno, dal basso verso l'alto, mai usare il frullatore. Infornare in forno preriscaldato a 180° per un ora. Sfornare la torta e lasciarla freddare prima di tagliarla a metà. Spalmare la gelatina di albicocche e ricomporla, poggiarla su di una gratella con un contenitore di sotto per raccogliere la ghiaccia al cioccolato che inevitabilmente cadrà.

Per la ghiaccia al cioccolato, mettere in una pentola a bagnomaria il cioccolato, la noce di burro e lasciare sciogliere, aggiungere lo zucchero a velo e l'acqua bollente necessaria, mescolare fino a quando è ben lucida. Versarla sulla torta ancora bollente, spalmarla e appena inizia ad indurire scrivere sacher con una parte della glassa che avrete precedentemente messo in un sac a poche
usa e getta. 

Si deve servire con un cucchiaio di panna montata non molto dolce.




8 commenti:

  1. Tantissimi auguri a Daniel e complimenti a te x questa meraviglia!

    RispondiElimina
  2. Tantissimi auguri a Daniel, anch'io penso che lassù ci sia sempre qualcuno, che abbiamo nel cuore, che ci guardi!!!
    Stupenda la tua Sacher e con la bella storia che ci hai raccontato ancor più preziosa....ci sono segreti che vanno svelati perchè non vadano persi!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello ritrovarti sul mio blog, grazie per le belle parole, baci, baci

      Elimina
  3. Una torta goduriosa, quanto mi piace, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  4. Evviva Daniel! .. per fortuna è andato tutto bene e può mangiarsi questo torta meravigliosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si, non immagini che brutto periodo abbiamo passato! Grazie per la visita, baci

      Elimina