mercoledì 13 ottobre 2010

Millefoglie di Gordon



Questa è la prima ricetta di questa etichetta in quanto una signora, precisamente Paola Brunetti, mia amica su facebook  me l'ha chiesta, di conseguenza mi metto subito all'opera.



Millefoglie (Gordon)
 
Per la crema

"Ingredienti:

1 lt latte
250 gr zucchero
70 gr farina 00
8 tuorli d'uovo...

Sbatti con lo sbattitore elettrico le uova, quando sono sciolte inserisci lo zucchero un po alla volta ma continuamente..
Montalo fino a farlo diventare spumoso e chiaro.. aggiungi un bicchierino di amaretto di Saronno metti la farina al setaccio e monta ancora poco per non farla indurire.. metti il latte sul fuoco, nel frattempo in una pentola capace di contenere anche il composto con le uova, porta a 80/85° ( vedrai le bollicine sui lati della pentola ) prendi circa un quarto del latte, e aggiungilo alle uova, continua a montare, rimetti il latte sul fuoco e poco prima dell'ebollizione a 90° circa butta tutto il composto con le uova nel latte tutto insieme in un solo gesto, abbassa il fuoco e porta ad ebollizione girando sempre e facendo attenzione a non farla attaccare, regolati con la densità calcolando che freddandosi si rapprende ancora..se la vedi troppo liquida fai bollire qualche minuto..
versa in un contenitore in vetro o acciaio, e copri immediatamente con la pellicola, che imprigiona l'umidità all'interno della crema e non fa formare la pellicola superficiale.
Metti in frigo per molte ore.
10 minuti prima di utilizzarla tirala fuori, e sbattila con la frusta a mano aggiungendo un paio di cucchiai di amaretto di saronno.....dagli di nuovo morbidezza, sbatti veloce e per pochi secondi.
Monta circa mezzo litro di panna, facendo attenzione a farla ben compatta, ma non montare troppo che separi il burro...
Con una spatola inserisci la panna una spatolata per volta, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto per non smontare non aggiungere altra panna se la precedente non è ben amalgamata, continua e regolati per la consistenza che vuoi, non devi usarla per forza tutta...
Prendi la sfoglia, prendi il vassoio..spalma un po’ di crema sul vassoio a sporcare leggermente e metti la foglia, serve solo per fermarla e non farla muovere
strato di crema da un paio di cm, livella con la spatola o il lato liscio di un coltello da pane.. prendi ilciocolato fondente al 75% e taglialo al coltello in scaglie.. mettilo sopra a pioggia, altro strato di sfoglia e poi ancora crema e ancora cioccolato, finisci con la sfoglia, pressa leggermente sopra con un vassoio per livellare e far uscire la crema in eccesso, fallo su ogni strato di sfoglia altrimenti quando spingi sopra schiacci solo l'ultimo strato..
Prendi le mandorle spellate, passale in padella a tostare leggermente, tagliale a coltello..
Con una spatola riempi i lati tipo muratore con la crema, e finisci lateralmente con le mandorle a lamelle, da calde si attaccano benissimo..
Spolvera con lo zucchero a velo, se hai un macinacaffè fallo tu stessa o zucchero al velo usando un normale semolato, quello delle buste già pronto è pieno di amido e di aromi... spolvera sopra con un passino..
Pulisci il vassoio con un panno umido e metti in frigo per almeno 4 ore a compattare, non esagerare che la sfoglia si ammorbidisce..

invio e continuo...



dicevamo...
ora decorazione...
fondi del cioccolato fondente a bagno maria con una noce di burrro

100 gr cioccolato con 20 di burro

fai un cartoccio con la carta forno, riempilo di cioccolata calda, usa le due mani per scrivere sopra la torta, magari fai una prova prima su u pezzo di carta sul banco di lavoro..il buchino dove esce la cioccolata dovrà essere di circa 2/3 MILLIMETRI a seconda di quanto vorrai grandi i caratteri..
Senza timore scrivi, usando una mano per chiudere il cartoccio e l'altra per fare pressione..e far uscire la cioccolata..
Se sbagli... stoppati, metti la torta in frigo per 10 minuti, appena la cioccolata è indurita con un coltello togli quello che hai scritto male e continua. Lascia il cartoccio in caldo a bagnomaria in un pentolino..
Sarò troppo romantico, ma se scrivi AUGURI AMORE fai un figurone e sarai tenerissima, poi magari fai un bel cuore, che mangerai con il tuo maritino dividendovelo...





se ti avanza crema..cerca di farti avanzare anche la sfoglia o prendi quella commerciale....

in bicchieri bassi e larghi o coppe da martini.. mmetti crema , sbriciola la sfoglia e mettila sopra, metti cubetti piccolissimi di pera e cioccolato fondente... altra crema e finisci sopra con pezzi di sfoglia belli grandi a montare in altezza, infilati in tutti i versi..ancora cubetti di pera e scaglie di fondente..magari 2 goccie senza esagerare di riduzione di aceto balsamico o glassa di balsamico saranno millefoglie bellissimi monoporzione ..per il giorno dopo avendo crema in avanzo... puoi usare che ne so al posto delle pere frutti di bosco..
cospargi di zucchero al velo...sarà fantastico..."



Io ho utilizzato la pasta sfoglia commerciale congelata.



Questa è la sua ricetta originale con i commenti ed i consigli che mi ha dato per l'esecuzione. Grazie infinite Gordon, anche se non so chi tu sia, questo è diventato il dolce delle occasioni importanti della mia famiglia. Ciao

M.G.






Appena troverò le foto inserirò anche quella che ho fatto per i 18 anni di mio figlio minore.

4 commenti:

  1. Ciao e ben trovata!! Ma soprattutto ben arrivata nel mondo dei "blog di cucina!!"Ho pensato di scriverti un saluto di buon augurio perchè tu possa diventare una blogger coi fiocchi!!
    La torta è una meraviglia, così soffice e delicata, mmmm! Mi verrebbe voglia di tagliarmene una fetta!
    Bravissima! e complimenti anche alla signora Brunetti

    RispondiElimina
  2. Ciao Giusy, ben trovata a te, che bel commento gioioso che mi hai fatto, grazieeeeeeeee. E, nuovamente grazie per essere diventata la 5° sostenitrice del blog di Picetto. Un saluto affettuoso
    M.G.

    RispondiElimina
  3. complimenti per il blog molto carino..bella torta è la mia preferita!!alla prossima!

    RispondiElimina
  4. Grazie per i complimenti e per essere diventata una sostenitrice del mio neonato blog. Un saluto
    M.G.

    RispondiElimina