giovedì 16 dicembre 2010

Kipferl di vaniglia di Nonna Finy




Questi sono dei piccoli biscottini natalizi che per me rappresentano i ricordi della famiglia della mia mamma che, purtroppo, non c'è più. Vi chiederete come mai una calabrese faccia questi dolci, ma la mia mamma aveva origini austriache ed è stata una profuga istriana. Di coseguenza vi invito a provare i



Kipferl di vaniglia  di Nonna Finy
150g di burro
150g di farina
150g di mandorle sgusciate e macinate
80g di zucchero a velo

Impastare tutto, fare i kipferl dando la forma di piccola mezza luna, e mettere su di uno stampo imburrato o su carta forno. 


Far cuocere a fuoco lento. 
Dopo qualche minuto che sono stati sfornati metterli in una scatola di latta con lo zucchero vanigliato (zucchero tritato con almeno una bacca di vaniglia).


Spero di essere stata chiara perché nella ricetta non è precisato ed io la ho descritta secondo i miei ricordi.  


Qust'anno, dopo almeno 10 anni li ho preparati e mio figlio minore li stà divorando. Mi ha detto: "Mamma, come sono buoniiiiiiiiiiiii". Li avevo fatti (doppia dose) per regararli in piccoli sacchettini di cellofan con il fiocchetto. Spero di riuscirci, altrimenti li rifarò. Ciao
M.G.



P.S.

Devono essere piccolini, dalle immagini sembrano molto più grandi.


2 commenti:

  1. le tradizioni! ke belle! anke questi dolcetti-biscotti sembrano davvero ottimi!

    RispondiElimina
  2. Li stanno divorando, mi auguro che arrivino al Natale. Un saluto affettuoso
    M.G.

    RispondiElimina