domenica 19 dicembre 2010

SCHIENA DI CAPRIOLO (Szene vom Hirsch) di Nonna Finy

SCHIENA DI CAPRIOLO (Nonna Finy)
200g  di burro
200g di cioccolato fondente
200g di zucchero
200g di noci e nocciole macinate
80g pane grattugiato
10 uova
Fare ammorbidire il burro a bagnomaria (non dev’essere sciolto, ma solo ammorbidito), sbattere il burro con il frullatore per 5 minuti, aggiungere, uno alla volta, i tuorli d’uovo, la cioccolata sciolta a bagnomaria, frullare molto bene fino a quando la pasta è cresciuta e soffice. Sbattere le chiare a neve ferma. Incorporare all’impasto velocemente, con molta leggerezza, con un cucchiaio di legno, dal basso verso l’alto, noci, pane grattugiato e per ultimo i bianchi montati a neve. Versare subito nella forma precedentemente imburrata ed infarinata. Cuocere per circa un ora.
Sformare il dolce, una volta raffreddato, mettere nell’incavo centrale, uno strato di marmellata di ribes. Coprire il dolce con la ghiaccia al cioccolato e posizionare due strisce di pinoli lungo l’incavo a dare l’immagine di una spina dorsale.





P.S.

Non avendo lo stampo adeguato ne ho usato uno rettangolare ed uno rotondo, mi mancavano anche i pinoli ed ho utilizzato mandorle tagliate a lamelle, ma ho lasciato la ricetta originale.


3 commenti:

  1. ma questo dolce è fantastico......chissà che sapore con tutti questi ingredienti sfiziosi...complimenti davvero!!!!!!
    a presto,
    ciaooooooooooooo

    RispondiElimina
  2. Grazie Sgt.Pepper, spero che tu possa provarlo. Grazie per essere diventata una lettrice del mio neonato bolog. Sono passata a visionare il tuo ed è molto bello, ovviamente sono diventata una tua lettrice, ciao
    M.G.

    RispondiElimina
  3. Cara Picetto....ma questa nonna Finy....e queste ricette da dove vengono....sono incuriosita perchè credo siano le stesse di mia nonna....che si chiamava appunto Finy....ahahahah...e tral'altro...io ho gli orginali scritti a mano e le parole sono identiche....sia la schiena di capriolo, che i Buchteln...e poi vedo ricette calabresi mescolate con ricette triestine e dalmate.... di Maria Cristina...chi sei? Adriana

    RispondiElimina