lunedì 2 dicembre 2013

PEPERONCINI PICCANTI RIPIENI

Questi peperoncini ripieni sono ottimi come antipasto sfizioso. Ho trovato la ricetta sul blog Semi di girasole by miracucina.
Lei prepara le due varianti ripieni di tonno e ripieni di oliveverdi, capperi ed acciughe. I miei preferiti, come i suoi,  sono i secondi e si mantengono per lunghissimo tempo. Questo è il secondo anno che li preparo su richiesta di mio figlio minore che li adora, ringrazio Mira per aver condiviso la sua preziosa e gradita ricetta

INGREDIENTI
500g peperoncini rossi rotondi piccanti
acciughe sotto sale  q.b. (circa 300 g.)
olive verdi snocciolate in salamoia q.b. ( circa 500 g.)
capperi sotto sale  q.b.
1 l. di olio evo
1 l. di olio semi mais 
1 l. di aceto di vino bianco
1 l. di acqua
Sale q.b.
alloro 2 foglie
vasetti in vetro sterilizzati q.b.
capsule per chiudere q.b
canovacci pulitissimi q.b.


PREPARAZIONE
Gli ingredienti sono approssimativi, l’importante è osservare le proporzioni di acqua/aceto ed olio e.v.o./olio di semi.  I barattoli e le capsule devono essere sterili ed i canovacci pulitissimi, possibilmente sterili, il resto è come suol dirsi Q.B. (quanto basta). E’ fondamentale lavorare i peperoncino con dei guanti in lattice perché il gas che producono è irritante per la pelle, per le vie respiratorie e per gli occhi (io non li ho usati e me ne sono pentita, per sbaglio dopo aver lavato le mani con il sapone più volte mi sono toccata gli occhi!!!!!!!!!!)! 
Prendere i peperoncini lavarli e, con santa pazienza, tagliare la calotta superiore, con un cucchiaino svuotarli uno per uno dai semi che si potranno utilizzare, come ho fatto io, per altre preparazioni. Lavarli sotto l’acqua corrente se li volete lievemente piccanti altrimenti saltate questo procedimento (io lo evito)!
    Prendere una pentola capiente mettere l’acqua, l’aceto, il sale e l’alloro, quando bolle buttare i peperoncini e da quando riprende il bollore cuocere per 5-6 minuti. Scolarli in uno scolapasta e metterli a testa in giù su di un canovaccio pulitissimo coperti da altro canovaccio e lasciateli  asciugare per una notte.
    Nel frattempo dissalare i capperi in uno scola pasta e sciacquare, spinare e pulire le acciughe sotto sale. Prendere un cappero e inserirlo nell’oliva, arrotolare un’acciuga attorno all’oliva dove abbiamo inserito il cappero e metterla all’interno del peperoncino. Procedere così per ogni peperoncino ed invasare, con l’aiuto di una pinza, tutti i peperoncini ripieni. Coprire con olio fino all’orlo (metà olio e.v.o. e metà olio di semi di mais), chiudere ermeticamente. Controllare ogni tanto, per una giornata, il livello dell’olio nei barattoli ed eventualmente aggiungerne, i peperoncini devono essere sempre sotto al livello dell’olio. Riporre in credenza in luogo fresco ed al riparo dalla luce.



Un saluto piccante a tuttiiiiiiiiiiiiii!




1 commento:

  1. con questi peperoncini mi hai proprio invogliato, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina