martedì 14 giugno 2011

Tranci di Palamita (tonnetto) grigliati

Qualche giorno fa sono andata in pescheria ed il pescivendolo mi ha consigliato di acquistare una palamita e delle bellissime alici, gli ho riferito che era troppo pesce (la palamita pesava circa Kg 1,8) in quanto eravamo solo in tre, lui mi ha detto: "dammi 20 euro e vai a fare le altre commissioni che intanto ti faccio pulire il pesce e vedrai che mi ringrazierai". Dopo aver completato il resto della spesa sono tornata a ritirare il pesce, la palamita era stata tagliata in tranci e le alici diliscate (erano più di un Kg, mi aveva fatto proprio un buon prezzo). Arrivata allo studio ho messo i tranci sotto l'acqua fredda corrente per circa un'ora, per far perdere il sangue in eccesso, mentre le alici le ho conservate in frigorifero. Tornata a casa ho messo i tranci più belli  a marinare con limone, aglio, gambi di prezzemolo ed acqua fredda per circa 1/2 ora, poi li ho cucinati nella pentola griglia. Con gli altri pezzi ho preparato un sughetto per la pasta. Una parte di alici le ho conservate in congelatore (così si eliminano i danni dovuti all'anisakis) per  poi marinarle (http://picetto.blogspot.com/2011/01/alici-marinate.html ) e le altre le conservate per poi cucinarle in tortiera successivamente (http://picetto.blogspot.com/2011/01/alici-in-tortiera.html). Quel giorno è venuto fuori un pranzetto delizioso: Pasta con datterini e palamita, tranci di palamita arrostiti conditi con il salmoriglio ed insalatina di rucola. La palamita  è un pesce azzurro, quindi estremamente sano, si può cucinare come il tonno, infatti viene chiamata anche tonnetto e la sua carne è simile a quella del tonno come colore e consistenza. Inserisco la ricetta dei tranci di palamita grigliati, semplici e veloci, ovviamente, se il pesce è già pulito.



Tranci di palamita grigliati

Ingredienti:
palamita pulita e tagliata in tranci
olio e.v.o.
limone
prezzemolo
origano
aglio

Lasciare spurgare dal sangue la palamita in una ciotola posizionata sotto il getto dell'acqua fredda corrente per il tempo necessario, successivamente mettere i tranci a marinare in un contenitore con aglio tagliato in pezzi grossi, gambi di prezzemolo, limone ed acqua fredda per circa 1/2 ora. Scolare i tranci dalla marinata e grigliarli su di una griglia di ghisa precedentemente arroventata. Una volta cotti condire con il sale ed il salmoriglio, salsina preparata emulsionando l'olio con il succo di limone, origano, prezzemolo ed aglio tritato (facoltativo). 

Ciao
M.G.





10 commenti:

  1. Adoro la palamita, ottima ricetta la tua, gustosa e leggera

    RispondiElimina
  2. Ciao! scopro solo adesso il tuo blog e mi piace un sacco ^__^
    poi ho letto sul tuo profilo "Diritto" ecco.
    Se ti sei già laureata ti invidio profondamente eheh
    se invece ancora stai studiando ti capisco ancora meglio.. e ti scrive una che tra due giorni deve dare commerciale eheheh
    sono felice di aver scoperto il tuo blog e mi aggiungo con piacere ai tuoi lettori!

    Se ti va passa a vedere il mio blog e se ti piace aggiungiti ai miei amici ^_^ mi farebbe piacere!

    ps bellissima la ricetta ^__^

    RispondiElimina
  3. Ciao, sarei venuta molto volentieri a pranzo da te
    con questo bel menu!!!
    Il pesce mi piace tanto ma purtroppo non ho grande feeling a cucinarlo!!!
    Baci

    RispondiElimina
  4. Semplicemente delizioso questo piattino!!!!

    RispondiElimina
  5. Che pranzo meraviglioso, questi tranci sono davvero invitanti!
    Bravissima!!!
    Bacioni e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  6. @ Donatella:
    Ciao Donatella, ti ringrazio, è sempre un piacere leggere i tuoi commenti, saluti
    M.G.

    @ Erica:
    Ciao, mia cara, sai io non mi sono mai laureata, dopo la nascita del mio secondogenito mi sono dovuta fermare, ma collaboro nello studio legale di mio marito da sempre. Lui riferisce che, se volessi, potrei sostenere gli esami mancanti senza aprire neanche un libro,forse, un giorno, lo farò. L'ambiente del Tribunale non mi piace, quando sono costretta ad andarci la falsità e l'apparenza che lo circondano mi provocano la nausea. Preferisco il lavoro di studio, mi occupo di ricerca giurisprudenziale. E' stato per me un vero piacere conoscerti, sono diventata una lettrice del tuo bellissimo blog, ho visto che hai superato brillantemente Diritto Commerciale, auguriiiiiiiiiiiiiiii, bravissima. Baci
    M.G.

    @ LAURA:
    Cara Laura che bello ritrovarti sul mio blog, mi avrebbe fatto molto piacere averti a pranzo da me, chi lo sa, forse un giorno accadrà. Baci, baci
    M.G.

    @ Speedy70:
    GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE, baci
    M.G.

    @ Sar@:
    Grazie Sar@, sei deliziosa, baci
    M.G.

    RispondiElimina
  7. Che belle foto invitanti...
    In bocca al lupo per il tuo figliolo

    RispondiElimina
  8. @ Alma:
    Ciao cara Laura, crepi il lupo! Sei un tesoro, è stato un vero piacere ritrovarti sul mio blog, un saluto affettuoso
    M.G.

    RispondiElimina
  9. Ottima ricetta.Non dici però il tempo di grigliatura e che bisogna girarlo come una cianina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, non sono stata precisa. Occorrono circa 1/2 minuti per lato, dipende dall'altezza dei tranci. In ogni caso il pesce si cucina in pochissimo tempo. Ciao
      M.G.

      Elimina